Rettore

Prof. Dr. Saverio Fortunato

 
 

Saverio Fortunato: Specialista in Criminologia Clinica, titolo conseguito alla Facoltà di Medicina e Chirurgia, dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia con una tesi in Neuropsichiatria forense, sul tema: “Scienze criminali e scienze dello spirito, per una critica epistemologica alla perizia neuropsichiatrica forense, in tema di sospetto nell’abuso all’infanzia, come tentativo di ricondurla a criteri di scientificità con ragionamento d’indagine a base logica”, voto 108/110, relatore Prof. Ivan Galliani, Ordinario di Neurologia e di Psichiatria forense; Perfezionato post-lauream in Criminologia e Sicurezza all’Università degli Studi di L’Aquila; Perfezionato post-lauream in Linguaggio e Comunicazione all’Università degli Studi di Firenze; laureato all'Università di Firenze in Materie Letterarie con una tesi in Sociologia, dal titolo: “Mutazione tecnologica e mutamento socio-politico nella transizione dal XX al XXI Secolo”, voto 108/110  relatore Prof. Antonio Carbonaro, direttore del Dipartimento di Studi Sociali.
All'Università di Firenze ha conseguito l'abilitazione di Stato post-lauream per l’insegnamento di  Filosofia, Psicologia, Sociologia, Antropologia; all'Università di Pisa ha conseguito l'abilitazione e la specializzazione post-lauream per l’insegnamento ad alunni in situazione di handicap; nella sua carriera universitaria studiorum ha sostenuto complessivamente 75 esami.
E' stato nominato Cultore per l'insegnamento universitario di Teoria e Tecnica della Comunicazione di massa all’Università degli Studi di Firenze, con delibera Consiglio di Facoltà del 25.10.1993; e Cultore per l'insegnamento universitario di Criminologia all’Università degli Studi di L’Aquila con delibera consiglio di Facoltà del 2.5.2000.
All'Università degli Studi di L'Aquila per il Corso di Laurea in Scienze dell'Investigazione ha insegnato: 1) Indagine e Semiotica del Linguaggio; 2) Devianze e Tecnologie Educative e di Contrasto; 3) Sopralluogo sulla Scena del Crimine; è stato anche relatore per le tesi di laurea di Criminologia. All'Università Ludes di Lugano ha insegnato Criminologia Clinica.
President of CSI:Forensic, UNITED NATIONS Academic Impact Member, Associazione Nazionale dei Criminologi e dei Periti e Consulenti in Crimini della Scrittura (inserita nell'elenco Ministero dello Sviluppo Economico delle Associazioni Professionali che rispettano i requisiti fissati dalla Legge n° 4/2013); è Cittadino Onorario del Comune di Capistrano; è stato insignito della medaglia International Police Science Association Unione degli Emirati Arabi ed è stato ospite del Ministero Interni dell’Unione degli Emirati Arabi, quale relatore al Convegno Internazionale sulla Sicurezza.
Dal 2006-2009 è stato docente di Criminologia e membro del Consiglio di Scientifico del Master Internazionale in Psicologia Giuridica e Forense (Riconosciuto dal Ministero della Salute delle Isole Canarie per la pratica professionale riconosciuta dalla sezione legale del Collegio degli Psicologi della Catalogna).
Nel 2007 gli è stato assegnato un Premio a Los Angeles per la critica al tessuto epistemologico della Psichiatria. Nel 2008 un suo saggio sui crimini nella scuola americana è stato pubblicato sul sito ufficiale di Barack Obama. Nel 2014 è stato relatore per l’Italia al Congresso Mondiale di Criminologia,  svoltesi a Villahermosa in Messico.
Ha pubblicato numerose opere, tra cui alcune tradotte in lingua spagnola, inglese e araba. Tra le sue opere: Senso e Conoscenza nelle Scienze Criminali, con un capitolo introduttivo di Thomas Szasz (Professor Emerito di Psichiatria Health Science Center State University di Syracuse New York); Sul metodo e contro il metodo scientifico in perizia, con la prefazione di Piero Luigi Vigna (Procuratore Nazionale Antimafia) e Post-fazione di Ferrando Mantovani (Professor Emerito di Diritto Penale all'Università di Firenze). La Formazione del criminologo, Ed. Criminologia.it 2017; La formazione del criminologo, ed Criminologia.it 2020; E' stato prefatore del libro Temi Desnuda, Contro il Processo Indiziario, scritto dai magistrati: Gennaro Francione (Giudice Consigliere della Corte di Cassazione e Drammaturgo) e Ferdinando Imposimato (Presidente Onorario Aggiunto della Corte Suprema di Cassazione); e dall'avv. Paolo Franceschetti (Patrocinante in Corte di Cassazione);  Postfatore del libro di testo di Procedura Penale, di Marco Baroncini, Il giudice bambino, Alla ricerca della verità processuale oltre ogni ragionevole dubbio, ed. Giappichelli, Milano 2020; postfatore all'opera di Roberto Francesca, Il ruolo della donna nelle mafie, prefatore Camillo Falvo, Procuratore Capo della Repubblica di Vibo Valentia, ed. Criminologia.it 2021.
Nel 2010 a Bucarest è stato ospite dell'Accademia di Polizia di Bucarest per tenere delle lezioni e partecipare come relatore al Simposio Internazionale sulla prova scientifica nel processo penale, organizzato dall' Institutul de Criminalistică din cadrul Inspectoratului General al Poliţiei Române şi Asociaţia Criminaliştilor din România. Nel 2011 ha tenuto a Montecatini Terme (insieme a Piero Vigna e Ferrando Mantovani) un ciclo di
 Lectio Magistralis a una delegazione di Professori universitari e Colonnelli dell'Accademia della Polizia Rumena e dell'Università Alexandra Ioan Cuza di Bucarest.
E' membro dell'Associazione Nazionale Carabinieri (ANC); dell'Associazione Finanzieri d'Italia (ANFI); dell’Associazione Nazionale della Polizia di Stato (ANPS).
Nel 2012, 2014 e 2016 a Roma, presso la Camera dei Deputati, Sala del Refettorio, ha consegnato il
Premio Criminologia.it all'FBI (Federal Bureau of Investigation) americana; al Dr Nino Di Matteo (Sostituto Procuratore della Repubblica di Palermo);  al Dr Alberto Manenti 
(Direttore AISE); nel 2020 a Rosarno presso l'Istituto Superiore "R. Piria" ha consegnato il premio Valarioti-Impastato V^ edizione, ad Antonio Vullo, poliziotto di scorta del giudice Paolo Borsellino unico sopravvisuto alla strage di Via D'Amelio a Palermo. Nel 2014 insieme al Procuratore Capo della Repubblica di massa Dr Aldo Giubilaro, è stato relatore per l'Italia al Congresso Mondiale di Criminologia, svoltesi a Villahermosa in Messico.
Nel 2015 è stato direttore scientifico del Master II livello riconosciuto giuridicamente dal Ministero dell'Università (MIUR)
in Contraffazioni nelle Opere d’Arte, dell'Accademia di Belle Arti di Carrara. Nel 2015 E' stato responsabile per l'Europa occidentale dell'International Police Associated (Emirati Arabi Uniti). Su di lui, gli autori: Marco Capparella (Maggiore Carabinieri), Lelio Cassettari (Commissario Polizia di Stato), Maurizio Culicchi (Commissario Polizia di Stato), Mario Boero (Commissario Polizia di Stato) e Giuseppe Maggio (Luogotenente Guardia di Finanza) hanno scritto il libro: Saverio Fortunato e i lineamenti delle Scienze criminali, ed. Criminologia.it, ristampa 2020. Ha fondato write crime (Crimini della Scrittura) , materia criminalistica che supera la grafologia, ormai obsoleta rispetto le moderne tecniche di falsificazione meccanica della scrittura. Sua l'opera write crime, scritta insieme a Mario Boero, ed. Criminologia.it 2020.
E' Rettore dell'Istituto Italiano di Criminologia degli Studi di Vibo Valentia; istituto ad ordinamento universitario, abilitato a rilasciare diplomi equipollenti validi ad ogni effetto di legge alla Laurea in Scienze della Mediazione linguistica, Indirizzo per la Criminologia e l'Intelligence,  dove insegna Criminologia Clinica e  Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi.