COMMISSIONE ETICA E DISCIPLINARE ISTITUTO CRIMINOLOGIA.IT

ISTITUTO CRIMINOLOGIA.it MARCO CAPPARELLA
Vibo Valentia

Riconoscimento giuridico Ministero Istruzione Università e Ricerca decreto 1930 (17A05946) del 1.08.2017 (ai sensi regolamento adottato con DM 10/01/2002 n° 38)
Pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n° 201 del 29.8.2017
 

REGOLAMENTO ETICO E DISCIPLINARE

 


Prof. Saverio Fortunato


Prof. Aldo Giubilaro


Prof. Mario Boero


Prof. Carlo Buono

1)

È istituita la Commissione Etica e Disciplinare dell’Istituto Criminologia.it composta dal Prof. Saverio Fortunato (Professore di Criminologia e Presidente dell’Istituto Criminologia.it), dal Dr Aldo Giubilaro (Professor di Diritto Processuale Penale e Procuratore Capo della Repubblica di Massa), dal Dr. Mario Boero (Professore di Investigazione e Criminalistica, Sostituto Commissario della Polizia di Stato), dal Prof. Carlo Buono (Professore Diritto Penale, Avvocato Patrocinante in Corte di Cassazione) e/o da altri Commissari nominati dal Presidente.

 
2) L’allievo/a, presa visione del presente regolamento, iscrivendosi accetta e s’impegna a:
a curare il proprio aspetto personale e durante le lezioni portare con sé l’eventuale tesserino rilasciato dall’Istituto;
b avere un atteggiamento rispettoso verso se stessi e gli altri;
c evitare atteggiamenti che sviliscano il decoro e la professionalità dell’Istituto, sia all’interno sia all'esterno di esso;
d evitare atteggiamenti che precludano il regolare svolgimento delle attività;
e attenersi alle disposizioni fornite dai docenti, assistenti e dai responsabili dei vari uffici;
f non contestare i docenti, i dirigenti e i loro delegati. Qualsiasi rimostranza, relativi a dissidi con docenti o con il personale dell’Istituto o con i propri colleghi studenti,
  deve essere manifestata alla Commissione Disciplinare cui sopra, tramite e-mail: istituto@criminologia.it ;
g

porre la dovuta attenzione alla pulizia dei luoghi in cui si svolgono le attività, ivi compresi i servizi igienici e al termine della lezione riordinare la sedia, gli strumenti e

quanto utilizzato;
h essere puntuale negli impegni assunti (es. orario di inizio delle attività didattiche);
i mantenere riserbo sul materiale didattico, sulla tipologia di strumenti o altro materiale presenti presso i laboratori;
l non divulgare né cedere a terzi il materiale didattico e non utilizzarlo per proprie attività esterne all’Istituto;
m

è vietato registrare le sedute di esami e le lezioni; lo studente che intende registrare le lezioni deve prima in segreteria chiedere l'autorizzazione scritta al docente;

n le telefonate alla Segreteria dell’Istituto sono registrate a tutela del buon servizio;
o è vietato fotografare e/o filmare i  reperti del Piccolo Museo di Criminologia e Intelligence, che sarà allestito all’interno dell’Istituto;
p

non fornire a terzi l’eventuale password  personale; né divulgare a terzi eventuali informazioni ascoltate a lezione riferite a procedimenti d'indagine penale o processuali;  

q informare la Commissione Disciplinare circa fatti contrari al Regolamento.
r non lasciare le cose proprie o di proprietà dell’Istituto incustodite. Per le cose personali sottratte e/o smarrite, l’Istituto non ne risponde in alcun caso;
s essere puntuale nell’assolvimento del pagamento delle rette e degli altri contributi dovuti, consapevole che il ritardo comporterà una penale con un aggravio degli importi.
t le rette pagate dall’allievo/a in caso di ritiro o altro, non saranno restituite a nessun titolo o ragione.
3)

il trasgressore delle norme di cui sopra sarà soggetto a richiami scritti a pena dell'espulsione dopo tre procedimenti, salvo che la commissione non decida l'espulsione immediata per motivi ritenuti gravi.

4)

E' vietato importunare i professori nei corridoio o fuori dell'istituto per lamentele sulla propria vita difficile, sul rosario relativo ai sacrifici che essa comporta ecc. (tutto ciò è ben noto ai professori, essendo stati studenti a loro volta).

Il voto che il professore propone allo studente o si accetta o si rifiuta (e si verbalizza) all'istante. Quando il professore propone il voto e lo studente è esitante a rispondere di accettarlo, il voto si ritiene rifiutato e l'esame dovrà ripetersi. Il rifiuto del voto sarà  verbalizzato dal docente e lo studente dovrà riprensentarsi non prima del secondo appello successivo.
Lo studente non può trattenersi in Istituto se non per il tempo per sostenere l'esame o per seguire la lezione, al termine di tali attività dovrà lasciare l'Istituto.
E' vietato recarsi in presidenza senza appuntamento da fissare tramite segreteria
E' vietato parlare con i professori fuori dall'ora del ricevimento senza appuntamento da fissare tramite la segreteria .

5)

al verificarsi della predetta circostanza al punto 3), la retta sarà comunque dovuta per l’intero Anno Accademico. Inoltre, qualora dal comportamento

  (azione od omissione) ne derivasse un danno materiale o immateriale ai soggetti erogatori del Corso, nonché ai colleghi o al personale docente e non docente, l’Istituto avrà facoltà di esperire tutte le azioni legali nelle sedi di legge.

Il Presidente
Prof. Saverio Fortunato
(Pubblicato online il 27.3.2017 ore 11)