ISTITUTO CRIMINOLOGIA.IT DI VIBO VALENTIA
 

ISTITUTO ITALIANO DI CRIMINOLOGIA
MARCO CAPPARELLA
Vibo Valentia

Riconoscimento giuridico Ministero Istruzione Università e Ricerca Decreto 1930 (17A05946) del 1.08.2017
 (ai sensi regolamento adottato con DM 10/01/2002 n° 38
) Pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n° 201 del 29.8.2017

Diploma triennale equipollente  Laurea in Scienze della Mediazione Linguistica (Classe L-12)
Indirizzo Criminologia e Intelligence

 

 

   M-DEA/01 Criminalistica dell'Investigazione
 

Anno Accademico 2018/2019

 
 
 
 
 
Periodo Annuale Crediti 6 (CFU)  
 
SSD attività didattica M-DEA/01 Criminalistica dell'Investigazione
Obiettivi Il corso offre agli studenti una preparazione di base teorica in campo giuridico-legale e criminologico-criminalista; insieme anche a una preparazione avanzata e specifica sulle tecniche operative e investigative. Gli studenti dovranno usare gli strumenti che consentano la costruzione di un’indagine investigativa mediante il ragionamento secondo criteri di scientificità, con il laboratorio di criminalistica di supporto alla didattica.
   
Programma

Il programma comprende: una parte pratica, relativa al laboratorio di Criminalistica; e una teorica, relativa all'Investigazione.
Insieme all'importanza che sarà data all'investigazione nel tentativo di ricondurla a criteri di scientificità, particolare importanza sarà dedicato all'errore scientifico e all'errore giudiziario; alla giustizia-spettacolo; allo statuto epistemologico della prova; e saranno esposti casi criminosi scegliendo i mezzi investigativi più idonei.
Per il Laboratorio di Criminalistica l'obiettivo principale è la conoscenza dei più comuni procedimenti di esecuzione di un sopralluogo giudiziario,  di evidenziazione, classificazione, raccolta, conservazione e custodia dei reperti,  di comparazioni sperimentali, tipiche delle scienze forensi.  Comprende l’esame della scena del reato  i criteri generali del sopralluogo, attrezzature e materiali, preparazione, protezione ed accesso alla scena del reato, ricerca di tracce biologiche, ricerca di impronte digitali, ricerca e comparazione di impronte diverse (pneumatici, suole di scarpa ecc., il repertamento biologico, esaltazione e repertamento di impronte digitali, repertamento di tracce generiche e delle tracce biologiche, identificazione generica di sangue, sperma, saliva, rilevamento dei numeri di matricola abrasa e tecniche del RUVIS. Classificazione e rilevamento degli stupefacenti con l’ausilio di Narco Tes.

 

   
Metodi Didattici Il corso è strutturato con lezioni frontali e con la trattazione esemplificativa di casi giudiziari con ospiti rappresentativi
   
Modalità di verifica dell'apprendimento Esame orale (ai frequentanti sarà data la possibilità di realizzare una tesina concordata)
 
   
Testi di riferimento 1- INVESTIGAZIONE: Libro di testo del docente (in stampa)
  2- CRIMINALISTICA:  Francesco Donato “Criminali
stica forense. Protocolli e tecniche delle indagini scientifiche “ Franco Angeli Editore – Laboratorio Sociologico.

Lettura facoltativa (consigliata):

-Karl R. Popper, Logica della scoperta scientifica, Piccola Biblioteca Einaudi, Torino (edizione aggiornata)